Intervista a TorinoToday

Elezioni 2016, Guglielmo Del Pero: “Nel futuro di Torino sicurezza, trasparenza delle spese e conti in ordine”

Le Vallette sono il simbolo della periferia dimenticata degli ultimi 25 anni di amministrazione di questa città”. Da una trafficata via del quartiere Le Vallette, via Pianezza, Guglielmo Del Pero rilascia a Torino Today un’intervista riepilogativa dei punti chiave della sua candidatura.

Del Pero, candidato sindaco della lista SiAmo Torino, ritiene urgente coinvolgere fin da subito i cittadini e le forze dell’ordine per aumentare la sicurezza soprattutto nelle periferie, in seconda istanza vanno ristudiati i contratti di servizio in essere per le partecipate e controllate del Comune per rivedere la spesa e migliorare il bilancio comunale.

Il tema del lavoro è al centro della campagna elettorale, va gestito a livello nazionale, ma per Del Pero: “Un sindaco può agire direttamente sulle categorie che creano lavoro: commercianti, artigiani e piccoli imprenditori. Un sindaco può detassare e snellire e semplificare le procedure per l’apertura di nuove attività”. Del Pero ha poi 3 proposte per affrontare il fenomeno della microcriminalità.

Il trasporto pubblico torinese, invece, secondo il candidato di SiAmo Torino rientra in un quadro generale che va di pari passo con la gestione turistica della città, ma anche con la necessità di un coordinamento per la manutenzione dei cantieri stradali. Sulla lista scelta per le prossime amministrative aggiunge: “La cosa più importante per noi è la meritocrazia. Meritocrazia significa mettere le persone nel posto giusto con le competenze giuste, al di là dell’appartenenza delle tessere politiche. Cosa che invece purtroppo la politica torinese sta facendo ormai da tempo”.

Tra le figure proposte da Del Pero vi è quella di Claudio Bertolotti candidato assessore alla Sicurezza, un professionista dal nutrito curriculum di esperienze in ambito nazionale e internazionale. “La città deve essere vissuta dai cittadini, io sento spesso in campagna elettorale parlare di una sorta di militarizzazione delle periferie. Molto bello come slogan, molto semplice, ma totalmente impossibile da fare”.

Cosa sogna Del Pero per il futuro di Torino? “Sicurezza, trasparenza delle spese, conti in ordine”.

 

Vedi intervista

Lascia un commento